Circo Kafka

Circo Kafka

Roberto Abbiati e Claudio Morganti

A seguito del decreto della Presidenza del Consiglio dei Ministri  per contrastare la diffusione del Coronavirus, comunichiamo la
LO SPETTACOLO È RINVIATO A DATA DA DESTINARSI
Per ulteriori informazioni vi invitiamo a contattare la biglietteria
Dal lunedì al sabato dalle 10 alle 13
Telefono, WhatsApp e SMS: 333.8839450
biglietteria.teatri@renogalliera.it

RINVIATO A DATA DA DESTINARSI

Sabato 28 Marzo 2020 ore 21
Teatro Comunale di Argelato
Via Centese 50
Argelato (BO)

da Il processo di Franz Kafka
con Roberto Abbiati
e la partecipazione di Johannes Schlosser
regia di Claudio Morganti
musiche a cura di Claudio Morganti e Johannes Schlosser
produzione Teatro Metastasio di Prato, TPETeatro Piemonte Europa

Lo spazio scenico è un surrogato di circo.
È il dramma di K, o forse la commedia di K, che si sveglia e trova poliziotti vestiti di tutto punto nella sua camera.
Dunque, una mattina K si sveglia e trova due poliziotti vicino al suo letto. “Beh spiegatemi il motivo della vostra invasione in camera mia!” “Niente. Proprio niente, non possiamo dirle niente”.
Kafka immaginò questa situazione negli anni Venti ne Il processo e oggi potremmo anche riderne pensandoci, ma se ci pensiamo un po’ meglio oggi è come allora e oggi non c’è proprio niente da ridere.
E tutto diventa un circo di marionette, di trapezisti e animali impagliati. E nel circo accoltellano K, che per l’occasione si è messo i guanti bianchi. Nel circo degli animali impagliati la giustizia si diverte.
“…un turbinio di facce, ammiccamenti, suoni, strumenti suonati dal vivo o registrati […] un chiacchiericcio indistinto di segni che si fa teatro purissimo”. (Mario Bianchi, Krapp’s Last Post)