Overload

Overload

Premio UBU 2018 come spettacolo dell’anno

Giovedì 7 novembre 2019 ore 21
Venerdì 8 novembre 2019 ore 11
Teatro Comunale Laura Betti
Piazza del Popolo 1, Casaleccchio di Reno (BO)
www.teatrocasalecchio.it

Sabato 1 febbraio 2020 ore 21
Teatro Rasi
Via di Roma 39, Ravenna
www.ravennateatro.com/spazio/teatro-rasi

Riesci a leggere questo testo senza interruzioni? L’attenzione è una forma d’alienazione: il punto è saper scegliere in cosa alienarsi. Per questo sembriamo sempre tutti persi a cercare qualcosa, anche quando compiamo solo pochi gesti impercettibili attaccati a piccole bolle luminose e non si capisce chi ascolta e chi parla, chi lavora e chi si diverte, chi trova davvero qualcosa e chi è solo confuso. Sei arrivato fin qui senza spostare lo sguardo? Davvero? E non è insopportabile questo sforzo di fare una cosa soltanto alla volta? Guardati attorno: quante altre cose attirano la tua attenzione? Ora guardati dall’alto: riesci a vederti? Le superfici dei territori più densamente abitati della Terra sono coperte da una fitta nebbia di messaggi, immagini e suoni in cui le persone si muovono, interagiscono, dormono. A volte si alzano rumori più intensi, che la nebbia riassorbe subito mentre lampeggia e risuona. Visto da qui il pianeta sembra semplicemente troppo rumoroso e distratto per riuscire a sopravvivere – persino i ghiacciai si sciolgono troppo lentamente perché qualcuno presti attenzione alla cosa. Torniamo al suolo e guardiamoci da vicino: stiamo tutti mutando… in qualcosa di molto, molto veloce.

concept e regia
Sotterraneo
scrittura
Daniele Villa
produzione
Sotterraneo
sostegno
Regione Toscana, Mibact, Sillumina – copia privata per i giovani, per la cultura
in scena
Sara Bonaventura, Claudio Cirri, Lorenza Guerrini, Daniele Pennati, Giulio Santolini
luci
Marco Santambrogio
coproduzione
Teatro Nacional D. Maria II / APAP – Performing Europe 2020
Sotterraneo fa parte del progetto Fies Factory ed è residente presso l’Associazione Teatrale Pistoiese