Un piccolo esperimento di memoria comparata

Nicola Borghesi e Elena Cotugno

Venerdì 26 aprile ore 21
Teatro Biagi D’Antona
Via G. La Pira, 54
Castel Maggiore (BO)

Con Nicola Borghesi, Elena Cotugno

Nicola Borghesi

Chi di noi è solito celebrare il 25 Aprile conosce bene i riti, i gesti, le tristi polemiche, gli elementi entusiasmanti o irrisolti del nostro bizzarro Paese. Ma come viene ricordata la Liberazione dal nazifascismo negli altri Paesi europei? Il dibattito, i sentimenti, le percezioni sono simili o diversi? Le istituzioni mettono in campo gli stessi sforzi e le stesse idiosincrasie che conosciamo o si comportano diversamente? Nicola Borghesi, fondatore di Kepler-452, incontrerà alcuni sindaci di piccole comunità europee e chiederà che cosa è per loro la memoria della Seconda guerra mondiale, delle stragi nazifasciste, della Resistenza. Un discorso pubblico per allargare oltre i confini lo sguardo sulla festa più bella dell’anno, seguito da un monologo di Elena Cotugno tratto dallo spettacolo Giacomo. Un intervento d’arte drammatica in ambito politico (diretto da Gianpiero Borgia). In questo lavoro, Teatro dei Borgia mette a confronto due discorsi di Matteotti in Parlamento: quello del 31 gennaio 1921, in cui Matteotti denuncia le connivenze tra le forze politiche borghesi e le squadracce fasciste, e quello del 30 maggio 1924, l’ultima seduta a cui partecipò prima di essere assassinato, in cui contesta i risultati delle elezioni dell’aprile di quell’anno.

INGRESSO LIBERO – PRENOTAZIONE CONSIGLIATA

biglietteria.teatri@renogalliera.it
Tel,sms o WhatsApp 333.883.9450

Abbiamo ricevuto la tua richiesta!

Grazie per l’interesse

Ti contatteremo per fornirti le informazioni per partecipare a La parola soffiata!

Avvia chat Whatsapp
1
Vuoi prenotare uno dei nostri spettacoli?
Hai bisogno di informazioni sulla Stagione Agorà?